mercoledì 20 maggio 2015

TARTARE DI PALAMITA CON POMODORI E BASILICO

La Palamita (il cui nome scientifico è Sarda Sarda), appartiene alla famiglia degli sgombridi, e come altri pesci azzurri è relativamente poco costosa, e ricca di acidi grassi Omega-3.

Ottima consumata cruda, con l'avvertenza di abbatterne la temperatura congelandola, (dopo averla eviscerata e pulita ) per almeno 2 o 3 giorni.


Ingredienti per 3/4 persone:


- 1 Palamita o 4 filetti già abbattuti
- 3/4 pomodori
- Olio extravergine di oliva 
- Sale q.b.
- Pepe q.b. (facoltativo)
- 3/4 foglie di basilico



Acquistate il pesce fresco due o tre giorni prima, evisceratelo,  eliminate la testa e la spina centrale, e ricavatene 4 filetti che metterete a congelare, e successivamente a scongelare in frigorifero.

Lavate i pomodori, tagliateli a metà, eliminate i semi interni, e riduceteli a pezzettini cospargendoli con poco sale. Quando avranno dato tutta l'acqua, conditeli con poco olio extravergine di oliva.  (io ho utilizzato il nostro che produciamo a #Framura)

Eliminate la pelle della Palamita, tagliate i filetti a pezzi, e batteteli con il coltello delicatamente in modo da non "rompere" la carne. Trasferite poi il tutto in una ciotola, aggiungete qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva , e lasciate riposare per circa 15 minuti in frigorifero.

Trascorso questo tempo, condite la palamita con sale, pepe, e poco succo di limone, in quanto il sapore di questo pesce è molto delicato. 

Prendete un coppapasta, appoggiatelo su di un piatto, e riempitelo sino a 3/4 dell'altezza con il pesce premendo bene; poi finite di riempire con i pezzetti di pomodoro. Sformate, e ripetete l'operazione negli altri tre piatti.

Lavate ed asciugate le foglie di basilico, tagliatele a listarelle, e distribuitele sopra  i pomodori.

Potete servire con fette sottili di limone ed insalata come guarnizione.






  

Nessun commento: