domenica 27 maggio 2018

AVOCADO TOAST.. MATTINIERO

L'avocado toast è ormai un "master" da anni, nella sua classica versione (salata) ed in mille altre. Questa è una mia versione, non troppo dolce , perchè non amo i dolci, ma energetica e salutare, l'ideale per una colazione.

Ingredienti per 1 persona:

- 2 fette di pane ai cereali
- 1/2 avocado
- 2 cucchiaini di miele
- 2 fragole
- 4 mirtilli
- 4 lamponi
- 4 more


Fate tostare le 2 fette di pane (il tipo è ad vostro piacimento) in forno o nel tostapane; tagliate l'avocado nel senso dell'altezza, eliminate l'osso e con un cucchiaio ricavate la polpa da una metà: Mettetela in un mixer con una goccia di limone ed un cucchiaino di miele per poi frullare il tutto. 

Spalmate le fette di pane con la crema ottenuta, tagliate le fragole a fette sottili, i mirtilli, i lamponi e le more solo in due parti e disponeteli come meglio vi aggrada . Terminate con un ultimo cucchiaino di miele ed aggiungete a piacimento qualche goccia o lamella di cioccolato fondente.



venerdì 20 aprile 2018

GAMBERONI SU PATATE SCHIACCIATE E PESTO LEGGERO


Ora che arriva il caldo è sempre un piacere tenersi leggeri pur non rinunciando al gusto ed ad un pò di colore. Una ricetta semplicissima ed una spiegazione lunghissima.. opss


Ingredienti per 4 persone:

- 8 gamberoni
- 2 patate medie
- 1 mazzo di basilico di Prà
- 1 spicchio d'aglio
- 2 cucchiai di pinoli
- 1 cucchiaino di sale grosso
- 1 cucchiaio di parmigiano. 
- 2 cucchiai di olio EVO
- Sale e pepe q.b.



- Lavate le patate e mettetele a cuocere in acqua fredda sino a che, puntandole con una forchetta non risulteranno morbide. Scolatele, spellatele e schiacciatele con i rebbi di una forchetta in una ciotola. Quando saranno raffreddate, conditele con olio EVO sale e pepe. 

-  Preparate un pesto "leggero" ( limitando l'uso del parmigiano).  Nel mortaio, pestate l'aglio ed i pinoli, e quando avranno raggiunto la consistenza di una crema, aggiungete il sale e le foglie di basilico senza schiacciarle. Pestate il basilico con delicati movimenti rotatori del pestello contro le pareti del mortaio, ripetendo l'operazione sino a che il basilico rilascia un liquido verde e brillante. A questo punto aggiungete il Parmigiano, versate l'olio extravergine d'oliva  ed amalgamate bene tutti gli ingredienti pestati.  Se invece lo fate con il mixer o frullatore che sia, sappiate che il basilico dovrebbe essere lavorato il meno possibile per non creare ossidazione.. per cui, tritate prima il sale grosso , l'aglio ed i pinoli... poi aggiungete il basilico,  il poco parmigiano e l'olio di oliva., con l'accuratezza di non azionare il mixer più di 10 secondi alla volta in modo che le lame non si scaldino. 

- passate ai gamberoni.. sciacquateli sotto l'acqua fredda, eliminate le zampe e le chele con l'aiuto delle forbici, poi tagliateli sotto la pancia e sulla schiena, eliminando il filo interno (quello nero con l'aiuto di uno stecchino) 
-  Mettete a bollire una pentola d'acqua e, quando raggiunta la temperatura, immergetevi i gamberi per due minuti, dopo di che scolateli e lasciateli raffreddare.

- Prendete 4 singoli piatti  ed un coppa pasta rotondo, ponete il coppa pasta al centro del piatto e con un cucchiaio ponete le patate schiacciate in modo da ottenere uno strato di circa mezzo cm. Sfilate il coppa pasta, unite i gamberoni, guarnite con un filo di pesto.. e condite con qualche goccia di olio EVO.  Ripetete l'operazione per gli altri 3 piatti.

Nota: Le patate si prestano bene ad accogliere (ed assorbire qualsiasi altro gusto) indi per cui potreste arricchirle di un olio aromatizzato al basilico per restare in tema.. o pèerchè nò aromatizzato agli agrumi (basta che non sia troppo invasivo)



domenica 15 aprile 2018

FRITTATA DI ORTICHE AL FORNO

Ho l'onore ed il piacere di lavorare nel centro storico di Genova, nonchè godere delle "botteghe" dei profumi ed i sapori che in esso vivono. In particolare  quando passo davanti ad un certo negozio di frutta e verdura, la proprietaria mi saluta per "cognome" e mi avverte se ha il "prebuggiun" piuttosto che le ortiche. Ecco , questa volta aveva le ortiche e per 3 € e 50 cent. me ne ha dato una quantità, che - una volta pulita e cotta al vapore -  ci mangio per 4 giorni. 

Oltre ad essere buona e saporita, l'ortica ha infinite proprietà: 

contiene flavonoidi, cumarina, acidi fenolici, tannini, polisaccaridi, minerali (calcio, potassio, ferro e silicio) e vitamine A e C. A scopo curativo si utilizzano principalmente le foglie e le radici secche. Le foglie di ortica svolgono un’azione tonica, depurativa e diuretica. Le stesse alleviano i disturbi urinari ed i dolori articolari. Il succo di ortica (facilmente reperibile in erboristeria) è indicato anche in caso di diarrea cronica, anemia, gotta, ipertrofia prostatica e flusso mestruale abbondante. Sempre il succo di ortica è utile anche come rimedio a ulcere di stomaco e intestino.

Quando si dice "brutta (ed urticante ) ma salutare (basta non cuocerla troppo)..


Ingredienti per 4 persone:

- 6 uova
- 700 gr di ortiche
- 4 cucchiai di parmigiano 
- 1 cucchiaio di olio EVO
-  Sale e pepe q.b.


- Indossate dei guanti di lattice e pulite le ortiche staccando le foglie ed immergendole in una terrina colma di acqua fredda. Lasciatele in ammollo circa mezz'ora poi trasferitele in un cola pasta cercando di farle dare l'acqua in eccesso.  Cuocetele poi a vapore per circa 10 minuti od il alternativa fatele cuocere in acqua bollente per circa 5 minuti.

- Preriscaldate il forno  in modalità ventilato a circa 160°. Fate insaporire le ortiche con  2 cucchi d'olio in una padelòla antiaderente, spegnete la fiamma e lasciatele intiepidire. Nel Frattempo, con una frusta, sbattete 6 uova insieme a 4 cucchiai di parmigiano ( potete anche suddividere in 2 cucchiai di parmigiano e 2 di pecorino).  

- Ritagliate un pezzo di carta da forno atta a ricoprire una teglia rotonda non troppo grande, bagnatelo sotto l'acqua, strizzatelo ed andate a stenderlo sul fondo e sui bordi della teglia stessa. Riempitew con il composto ottenuto, infornate e lasciate cuocere per circa 20/30 minuti. 

- Una volta cotta estraetela dal forno, lasciatela intiepidire e servitela accompagnata da una semplice insalata. 



domenica 1 aprile 2018

FRIGGITELLI RIPIENI DI POLLO POMODORO E BASILICO

Oggi per me è la giornata del basilico Genovese (quello D.O.P. ) e come promesso posterò 3 ricette che contengono questo meraviglioso elemento. Iniziamo da quella più light ed anche un pò svuota frigo nel mio caso. Si perchè.. quando organizzi una grigliata vista mare e ti dimentichi di grigliare i friggitelli, ti rimangono "sul groppone"  e devi trovare modi alternativi per cucinarli.. se in più hai due hamburger di pollo.. e qualche pomodoro, il gioco è fatto!


Ingredienti per 2 persone:

- 6 friggitelli
- 250 gr di macinato di pollo
- 4 pomodori pachino
- 6 foglie di basilico
- Olio extravergine di oliva q.b.
- 1 cucchiaio di pangrattato
- Sale e pepe q.b.


  • Accendete il forno a 180°
  • Preparate il ripieno: In una ciotola amalgamate il trito di pollo, i pomodori e le foglie di basilico tritate a coltello regolando di sale e pepe.
  • Tagliate la calotta dei friggitelli ed estraete i semi, poi riempiteli con il ripieno aiutandovi con un cucchiaino ed al limite con le dita.
  • Foderate una teglia con carta forno, adagiatevi i friggitelli, versatevi sopra dell'olio evo, cospargeteli con poco pane grattato ed infornateli dai 15 ai 20 min
  • Una volta cotti, estraeteli dal forno e lasciateli intiepidire. Poi serviteli volendo con una semplice insalata di pomodori e basilico.


martedì 20 marzo 2018

CARPACCIO DI BACCALA' CON PEPE ROSA E FRUTTO DELLA PASSIONE

Un antipasto o secondo piatto per gli amanti del pesce crudo ed in particolare del baccalà, leggero, fresco ma molto saporito. 


Ingredienti per 2 persone:

- 200 gr di baccalà abbattuto, dissalato e dislicato
- 1 lime
- 1 frutto della passione
- 1 cucchiaio di pepe rosa
- 3 cucchiai di olio evo
- Sale q.b.
- 100 gr di spinacini freschi (facoltativo)



  • Armatevi di santa pazienza e con le apposite pinze, cercate di eliminare tutte le spine che trovate all'interno del filetto di baccalà, poi con un coltello ben affilato, tagliatelo a fettine sottili e disponetelo su di un piatto da portata.
  • In una ciotola preparate un'emulsione con l'olio evo, il succo del lime, il sale ( a piacimento), i grani di pepe rosa e l'interno del frutto della passione ( che basterà ricavare con l'aiuto di un cucchiaino). Una volta miscelato il tutto, versatela sopra le fettine di baccalà, coprite con pellicola trasparente da cucina e mettetelo in frigo per almeno mezz'ora. Trascorso questo tempo, estraetelo dal frigorifero e lasciatelo riposare per almeno 20 minuti, onde evitare di servirlo freddo. 
Nota: io l'ho servito su di un letto di spinacini che rendono ancora più fresca la preparazione. 




sabato 10 marzo 2018

SPAGHETTI ALLO SCOGLIO

Un classico dela cucina Italiana, che concentra in sè tutti i profumi ed i sapori del Mediterraneo, per gli amanti del pesce. Un pò lungo da preparare ma.. ne vale decisamente la pena.


Ingredienti per 4 persone:

- 320 gr di spaghetti
- 600gr di vongole
- 600 gr di cozze
- 300 gr di calamari
- 4 scampi
- 4 gamberoni
- 300 gr di pomodori ciliegino
- 2 spicchi d'aglio
- 1 ciuffo di prezzemolo
- 1/2 bicchiere di vino bianco secco
- 4 cucchiai di olio evo
- Sale e pepe


  •  Lasciate le vongole in acqua e sale grosso per circa 2 ore, poi battetele una alla volta su di un tagliere di legno. Se uscirà del nero significa che sono piene di sabbia e vanno eliminate.
  • Passate poi alla pulizia delle cozze, togliendo le impurità del guscio, con l'aiuto della lama di un coltellino e tirando via il bisso (la barbetta laterale)
  • In una padella piuttosto larga, fate scaldare 2 cucchiai di olio evo insieme ad uno spicchio d'aglio ed ai gambi del prezzemolo lavati, poi unite le cozze e le vongole, coprite con un coperchio ed attendete sino a quando non si saranno dischiuse. Spegnete la fiamma, trasferite i frutti di mare in un recipiente e filtrate il liquido di cottura rimasto nella padella con un colino a maglie fitte, tenendolo da parte. Sgusciate le cozze e le vongole tenendo da parte qualche frutto intero che servirà da guarnizione.
  • Passate alla pulizia dei calamari: eliminate la testa, le interiora e la pelle più scura; poi incidete la parte superiore e tagliatelo a listarelle sottili, aprite i tentacoli a metà.
  • Pulite i gamberi e gli scambi, eliminate le zampe e le chele che potrebbero staccarsi durante la cottura, incidete la corazza nella parte inferiore e superiore e, con l'aiuto di uno stecchino, togliete il filo nero.
  • Lavate i pomodorini e tagliateli in quattro. In una padella antiaderente fate insaporire altri 2 cucchiai di olio evo insieme ad uno spicchio d'aglio e quando sarà imbiondito unite i calamari, salate e lasciate cuocere per circa 5 minuti, poi sfumate con il vino bianco. Fate evaporare la parte alcolica, aggiungete i pomodorini e cuocete per altri 5 minuti.
  • Cuocete gli spaghetti in acqua bollente salata, scolandoli quando mancano 4 minuti dalla fine cottura direttamente nella padella. Unite gli scampi ed i gamberi, salate e pepate. Proseguite la cottura della pasta in padella aggiungendo nel caso poca acqua di cottura dei frutti di mare tenuta da parte. In ultimo aggiungete le cozze e le vongole sgusciate più quelle con il guscio per guarnizione. Spegnete il fuoco, cospargete con il prezzemolo tritato, mescolate un ultima volta e servite caldi.

Nota: Naturalmente potete aggiungere altri tipi di frutti di mare o molluschi a vostro piacimento, rendendo questo piatto ancora più ricco.




venerdì 2 marzo 2018

SAUTE' DI FASOLARI

I fasolari sono grosse vongole con carni molto carnose e saporite, e sono utilizzati sopratutto per sughi, zuppe o altri piatti a base di pesce e frutti di mare. Sono alimenti ipocalorici, contengono un ottimo apporto di proteine ad alto valore biologico e piccole quantità di lipidi, mentre i glucidi sono pressoché assenti ma, hanno anche un valore di colesterolo non trascurabile.

Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/alimentazione/fasolari.html


Ingredienti per 4 persone:
- 800 gr di fasolari
- 400 gr di pomodori ciliegino (facoltativo)
- 1 mazzo di prezzemolo 
- 1 spicchio d'aglio
- Olio evo q.b.
- Sale, pepe nero


  • Lavate i fasolari sotto l'acqua corrente, esercitando una pressione con le dita, come per voler aprire le valve, in modo da far uscire l'eventuale sabbia, poi batteteli uno per uno su un tagliere di legno. Lavate, asciugate il prezzemolo e tritatelo con la mezzaluna. Lavate i pomodorini e tagliateli a metà.
  • In una padella antiaderente, fate soffriggere uno spicchio d'aglio in poco olio evo, aggiungete i pomodori, metà del prezzemolo e lasciate cuocere per circa 10 minuti, regolando di sale e pepe
  • Trascorso questo tempo, unite i fasolari e lasciateli aprire coprendoli con un coperchio. Una volta aperti tutti, spegnete la fiamma e cospargete con il resto del prezzemolo prima di servire accompagnati da fette di pane tostato.
  • In alternativa, potete utilizzare il sautè per condire la pasta, asportando le valve dai gusci.

Nota: il sautè può essere rosso o bianco, per cui a piacimento potete non utilizzare i pomodori, semplicemente aggiungendo un pò di vino bianco prima dell'inserimento dei fasolari. Per un piatto più ricco, potete aggiungere delle vongole.