sabato 10 marzo 2018

SPAGHETTI ALLO SCOGLIO

Un classico dela cucina Italiana, che concentra in sè tutti i profumi ed i sapori del Mediterraneo, per gli amanti del pesce. Un pò lungo da preparare ma.. ne vale decisamente la pena.


Ingredienti per 4 persone:

- 320 gr di spaghetti
- 600gr di vongole
- 600 gr di cozze
- 300 gr di calamari
- 4 scampi
- 4 gamberoni
- 300 gr di pomodori ciliegino
- 2 spicchi d'aglio
- 1 ciuffo di prezzemolo
- 1/2 bicchiere di vino bianco secco
- 4 cucchiai di olio evo
- Sale e pepe


  •  Lasciate le vongole in acqua e sale grosso per circa 2 ore, poi battetele una alla volta su di un tagliere di legno. Se uscirà del nero significa che sono piene di sabbia e vanno eliminate.
  • Passate poi alla pulizia delle cozze, togliendo le impurità del guscio, con l'aiuto della lama di un coltellino e tirando via il bisso (la barbetta laterale)
  • In una padella piuttosto larga, fate scaldare 2 cucchiai di olio evo insieme ad uno spicchio d'aglio ed ai gambi del prezzemolo lavati, poi unite le cozze e le vongole, coprite con un coperchio ed attendete sino a quando non si saranno dischiuse. Spegnete la fiamma, trasferite i frutti di mare in un recipiente e filtrate il liquido di cottura rimasto nella padella con un colino a maglie fitte, tenendolo da parte. Sgusciate le cozze e le vongole tenendo da parte qualche frutto intero che servirà da guarnizione.
  • Passate alla pulizia dei calamari: eliminate la testa, le interiora e la pelle più scura; poi incidete la parte superiore e tagliatelo a listarelle sottili, aprite i tentacoli a metà.
  • Pulite i gamberi e gli scambi, eliminate le zampe e le chele che potrebbero staccarsi durante la cottura, incidete la corazza nella parte inferiore e superiore e, con l'aiuto di uno stecchino, togliete il filo nero.
  • Lavate i pomodorini e tagliateli in quattro. In una padella antiaderente fate insaporire altri 2 cucchiai di olio evo insieme ad uno spicchio d'aglio e quando sarà imbiondito unite i calamari, salate e lasciate cuocere per circa 5 minuti, poi sfumate con il vino bianco. Fate evaporare la parte alcolica, aggiungete i pomodorini e cuocete per altri 5 minuti.
  • Cuocete gli spaghetti in acqua bollente salata, scolandoli quando mancano 4 minuti dalla fine cottura direttamente nella padella. Unite gli scampi ed i gamberi, salate e pepate. Proseguite la cottura della pasta in padella aggiungendo nel caso poca acqua di cottura dei frutti di mare tenuta da parte. In ultimo aggiungete le cozze e le vongole sgusciate più quelle con il guscio per guarnizione. Spegnete il fuoco, cospargete con il prezzemolo tritato, mescolate un ultima volta e servite caldi.

Nota: Naturalmente potete aggiungere altri tipi di frutti di mare o molluschi a vostro piacimento, rendendo questo piatto ancora più ricco.




venerdì 2 marzo 2018

SAUTE' DI FASOLARI

I fasolari sono grosse vongole con carni molto carnose e saporite, e sono utilizzati sopratutto per sughi, zuppe o altri piatti a base di pesce e frutti di mare. Sono alimenti ipocalorici, contengono un ottimo apporto di proteine ad alto valore biologico e piccole quantità di lipidi, mentre i glucidi sono pressoché assenti ma, hanno anche un valore di colesterolo non trascurabile.

Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/alimentazione/fasolari.html


Ingredienti per 4 persone:
- 800 gr di fasolari
- 400 gr di pomodori ciliegino (facoltativo)
- 1 mazzo di prezzemolo 
- 1 spicchio d'aglio
- Olio evo q.b.
- Sale, pepe nero


  • Lavate i fasolari sotto l'acqua corrente, esercitando una pressione con le dita, come per voler aprire le valve, in modo da far uscire l'eventuale sabbia, poi batteteli uno per uno su un tagliere di legno. Lavate, asciugate il prezzemolo e tritatelo con la mezzaluna. Lavate i pomodorini e tagliateli a metà.
  • In una padella antiaderente, fate soffriggere uno spicchio d'aglio in poco olio evo, aggiungete i pomodori, metà del prezzemolo e lasciate cuocere per circa 10 minuti, regolando di sale e pepe
  • Trascorso questo tempo, unite i fasolari e lasciateli aprire coprendoli con un coperchio. Una volta aperti tutti, spegnete la fiamma e cospargete con il resto del prezzemolo prima di servire accompagnati da fette di pane tostato.
  • In alternativa, potete utilizzare il sautè per condire la pasta, asportando le valve dai gusci.

Nota: il sautè può essere rosso o bianco, per cui a piacimento potete non utilizzare i pomodori, semplicemente aggiungendo un pò di vino bianco prima dell'inserimento dei fasolari. Per un piatto più ricco, potete aggiungere delle vongole.





domenica 25 febbraio 2018

SFORMATINI DI ROMANESCO CON FONDUTA AL PECORINO

Antipasto o secondo piatto, non leggerissimo ma molto gustoso a base di Broccolo Romanesco che io adoro e mangerei in tutte le salse.


Ingredienti per circa 10 sformatini:

Per gli sformatini:

- 400 gr di broccolo romanesco già pulito
- 1 porro
- 4 albumi
- 1 cucchiaio di parmigiano
- 400 ml di latte
- Olio evo q.b.
- Sale e pepe q.b.

Per la fonduta: 

- 140 gr di pecorino romano grattugiato
- 200 ml di latte
- 5 gr. di burro
- 1 cucchiaio di farina
- Olio evo q.b. 
- Pape q.b.

Per decorare:

- 50 gr di pancetta o bacon
- Qualche cimetta di Romanesco




  • Accendete il forno a 160°.
  • Mondate il porro, tagliatelo a rondelle sottili e fatelo rosolare in una casseruola con un filo di olio evo.
  • Tagliate il broccolo romanesco a fette, non prima di aver messo da parte qualche cimetta che vi servirà da decorazione. Unite il cavolo al porro, lasciatelo insaporire e regolate di sale e pepe; versate il latte, portatelo ad ebollizione e lasciate cuocere a fuoco basso sino a quando il broccolo diventerà tenero. 
  • Spegnete la fiamma, riducete tutto in una crema con il mixer ad immersione, unite gli albumi e continuate a frullare per amalgamare bene. 
  • Imburrate ed infarinate gli stampini in alluminio, distribuite il composto all'interno ed infornateli per circa 30 minuti.
  • Nel frattempo fate sbollentare le cimette tenute da parte. Preparate la fonduta; in un pentolino antiaderente fate sciogliere 5 gr di burro, poi unite la farina, mescolate e spegnete la fiamma. A parte fate fondere il pecorino con il latte a bagnomaria e quando il formaggio risulterà totalmente fuso, unite il composto di burro e farina, mescolate in modo da non fare formare grumi, regolate di sale e pepe e spegnete la fiamma. Tagliate la pancetta a listarelle e fatela rosolare in una padella antiaderente sino a quando diventerà croccante.
  • Sformate i  piccoli budini in singoli piatti o su di un piatto da portata, versate su ognuno un pò di fonduta e guarnite con qualche cimetta di romanesco e pancetta o bacon.





martedì 20 febbraio 2018

FILETTO DI SALMONE CON AVOCADO E CIPOLLOTTI

Un secondo piatto nutriente, ricco di Omega 3 e molto saporito.

Ingredienti per 4 persone:

- 500 gr di salmone privo di pelle e lische diviso in 4 filetti
- 2 cucchiaini di zenzero fresco grattugiato
- 3 cipollotti
- Succo di 1 limone
- 2 avocado
- 1 cucchiaio di pepe rosa
- Sale q.b.
- 3 cucchiai di olio evo



  • In una ciotola mettete i filetti di salmone a marinare con lo zenzero, 1 cucchiaio d'olio, il pepe rosa ed il sale per 10 minuti in frigorifero coperto con pellicola.
  • Trascorso questo tempo, fasciate ogni singolo filetto nella carta stagnola chiudendola a pacchetto e fatelo cuocere sulla griglia bollente almeno 2 minuti per parte.
  • Aprite a metà gli avocadi, eliminate il nocciolo, spellateli, tagliateli a listarelle e conditeli subito con il succo di limone. Lavate i cipollotti, puliteli e tagliateli a rondelle. 
  • Servite i filetti in singoli piatti con sopra l'avocado ed i cipollotti, regolando di sale e condendo con un giro d'olio evo. 

venerdì 16 febbraio 2018

PAPPA AL POMODORO

Piatto tipico della cucina Toscana, e degli avanzi, è una preparazione semplice, fatta di pochi ingredienti ma allo stesso tempo molto saporita, di quei sapori "veri" che a volte si perdono..


Ingredienti per 2 persone:

- 300 gr di pane toscano raffermo
- 400 gr. di pomodori maturi (costoluti)
- 2 spicchi d'aglio
- Basilico
- Sale q.b.
- Pepe q.b.
- Olio Evo

Tagliate a pezzi il pane raffermo ed i pomodori; in un tegame possibilmente di coccio, fate imbiondire i due spicchi d'aglio con due cucchiai d'olio Evo, poi unite i pomodori  e lasciate cuocere a fiamma bassa sino a che inizieranno a disfarsi. Aggiungete i pezzi di pane, lasciate insaporire, coprite con acqua (o brodo vegetale), salate, pepata e lasciate cuocere per circa 40 minuti sino a che il tutto assumerà la consistenza di una pappa ed inizierà ad attaccarsi leggermente al fondo. Unite il basilico spezzettato con le mani, spegnete il fuoco e lasciate riposare per un'oretta. La pappa al pomodoro và servita tiepida o fredda con un giro d'olio evo e nel caso un'altra macinata di pepe.



domenica 11 febbraio 2018

OSSOBUCO AI CAPPERI CON CICORIA CAPPERI ED OLIVE

Adoro l'ossobuco ed Aaron più di me.. generalmente ce lo dividiamo così.. io la carne ed il buco.. lui l'osso che si rosicchia fiero per mesi, nascondendolo ovunque per poi andarlo a recuperare nei momenti in cui non te l'aspetti. A parte ciò, adoro anche la cicoria, con il suo retrogusto amaro, anche bollita e condita solo con l'olio che produce il mio papà (e che giustamente centellina ) a Framura e con un pò di limone e sale. In questo caso però ho aggiunto olive e capperi.. ma volendo forse non stonava nemmeno qualche pomodorino secco.

Ingredienti per 4 persone:

Per gli ossibuchi
- 4 ossibuchi
- 2 cucchiai di farina
- 2 cucchiai di capperi sotto sale
1 spicchio d'aglio (facoltativo)
- Brodo q.b.
- 2 cucchiai di prezzemolo tritato 
- 1 bicchiere di vino bianco secco
- Olio evo
- Sale e pepe q.b.


Per la cicoria
- 2 mazzi di cicoria
- 2 cucchia di capperi sotto sale
1 spicchio d'aglio
15 olive taggiasche 
- Olio evo
- Sale e pepe q.b.



  • Dissalate 2 cucchiai di capperi, poi tritateli nel mixer insieme allo spicchio d'aglio;  infarinate gli ossibuchi. In una padella antiaderente mettete a scaldare qualche cucchiaio d'olio, unite gli ossibuchi e lasciateli rosolare da entrambi i lati sino a formare una crosticina. Sfumate con il vino bianco ed aggiungete metà del trito di capperi; coprite con il coperchio e lasciate cuocere per circa 40/50 minuti a fiamma bassa aggiungendo nel caso un pò di brodo. 
  • Trascorso questo tempo, unite il resto del trito insieme al prezzemolo anch'esso tritato e fate cuocere per altri 10 minuti, regolando di sale e pepe.
  • Nel frattempo, mondate la cicoria, eliminate le parti più spesse del gambo e tagliatela a listarelle. Portate a bollore una pentola d'acqua, unite una manciata di sale grosso, la cicoria e fate bollire per circa 10 minuti.  Scolate la verdura e passatela sotto l'acqua fredda (l'ideale sarebbe immergerla in acqua e ghiaccio).
  • Tritate grossolanamente gli altri 2 cucchiai di capperi e le olive lasciandone qualcuna intera. In una padella antiaderente fate scaldare qualche cucchiaio d'olio, insieme allo spicchio d'aglio schiacciato, unite la cicoria e fate saltare per altri 10 minuti, unendo capperi ed olive qualche minuto prima di spegnere la fiamma. Eliminate l'aglio, regolate di sale e pepe e servite insieme agli ossibuchi. 


mercoledì 7 febbraio 2018

TARTARE DI TONNO CON PINOLI CAPPERI E CIPOLLOTTO

Un antipasto o secondo piatto per gli amanti del pesce crudo, dal gusto delicato. Naturalmente il tonno deve essere abbattuto.


Ingredienti per 6 persone:

- 500 gr. di tonno fresco
- 30 gr di pinoli (più quelli per la guarnizione)
- 1 cucchiaio di capperi ( più qualcuno per la guarnizione)
- cipollotti
- 2 limoni
- Olio evo q.b.
- Sale e pepe q.b.


  • Mettete i pinoli a tostare in una padella antiaderente. Nel mixer tritate i capperi, i pinoli, ed 1 cipollotto insieme ad un goccio d'olio (la consistenza decidetela voi).
  • Tagliate il tonno a losanghe o se preferite a fettine sottili come ho fatto io, poi mettetelo in una ciotola con l'olio, il succo del limone, il sale, il pepe ed il trito di pinoli; mescolate, coprite con la pellicola trasparente e mettete in frigo per circa 10 minuti. 
  • Trascorso questo tempo, tirate il tonno fuori dal frigo e con l'aiuto di un coppapasta distribuitelo al centro a strati compattandolo. Sfilate il coppapasta  e guarnite con i pinoli, i capperi ed il cipollotto rimasto tagliato a fettine sottili; completate con un ultimo giro di olio evo e servite. 

NOTA: Potete sostituire i cipollotti con erba cipollina se desiderate un gusto più delicato.