sabato 28 giugno 2014

BIANCOMANGIARE AGLI AGRUMI

"Il termine Biancomangiare, conosciuto anche in francese come blanc manger, o in passato blanche mangieri,balmagierbramagére, deriva dal colore bianco dei suoi ingredienti principali: latte e/o mandorle macinate. In Italia è tipico della Sicilia, in particolare dell'antica contea di Modica e nelle colline del Platani, ma è molto diffuso anche in Valle d'Aosta. In genere la preparazione prevede l'uso del latte, mentre quella Modicana è preparata con il latte di mandorla.Nella variante delle colline del platani come in quella sarda vi è l'uso di amido di frumento e scorza di limone , così da avere un dolce più leggero visto la sostituzione della farina con l'amido di frumento e con un retrogusto di limone. La ricetta ragusana include anche , la cannella ed  il miele ibleo. " (cit)

In realtà esistono mille ricette del Biancomangiare, quella Genovese per esempio utilizza la farina di riso;  Oggi vi propongo la versione con la maizema (ma va benissimo l'amido di mais o la Frumina), simile a quella sarda.


Ingredienti per 4/6 persone:



- 160 gr di zucchero

- 100 gr. di maizema (o amido di mais, o frumina)
- 1L. di latte
- 1 dl di acqua di fiori d'arancio
- 2 limoni non trattati
- 1 rametto di menta.


Lavate, asciugate i limoni e prelevatene la scorza con un rigalimoni o, in mancanza un pela patate.  Mettete la maizena (o la frumina, o l'amido di mais) in una casseruola piuttosto capiente, e stemperatela con una parte del latte versato a filo, mescolando per evitare che si formino grumi.


Aggiungete lo zucchero, l'acqua di fiori d'arancio, le scorze del limone,  ed il resto del latte, continuando a mescolare. Una volta amalgamato il tutto, ponete la casseruola sul fuoco (a fiamma media), e cuocete sino a che il composto non si sarà addensato, mescolando continuamente. (potete utilizzare le fruste elettriche).


Eliminate le scorze del limone e versate la preparazione in uno stampo o in 4/6 stampini monoporzione bagnati di acqua fredda. Lasciate raffreddare e ponete in frigo per almeno 3 ore.


Sformate lo stampo su un piatto da portata o su piattini singoli, decorate con le scorze del secondo limone e foglioline di menta lavate ed asciugate, e servite.






martedì 24 giugno 2014

I "RIPIENI"


Le verdure ripiene sono un classico della cucina genovese e ligure, in origine un piatto povero che prevedeva un ripieno di magro ma, oggi arricchito di altri ingredienti, come carne, prosciutto o mortadella. Un piatto, che in ogni casa viene preparato in maniera differente seguendo la propria tradizione famigliare, senza tuttavia perdere la ricetta originale.

Ottimi sia tiepidi che freddi, rappresentano a seconda della quantità, un antipasto o un secondo piatto.

Io oggi vi propongo il ripieno a base di carne, con cui ho riempito zucchine, peperoni e cipolle, non trovando ancora le melanzane piccoline che risultano altrettanto buone, anche se le dosi mi risultano un pò difficoltose, in quanto sono sempre andata ad occhio, consistenza, e sapore del ripieno.

Ingredienti per 4 persone:


- 4 peperoni 
- 4 zucchine
- 4 cipolle bianche
- 350 gr di carne macinata
- la mollica di un panino raffermo
- 2 uova
- parmigiano q.b.
- una manciata di funghi secchi
- 1 spicchio d'aglio
- 50 gr. di mortadella o prosciutto (a seconda dei gusti) in una sola fetta
- sale q.b.
- pepe q.b.
- latte (per ammollare la mollica)
- olio d'oliva
- pan grattato



Lavate gli zucchini e metteteli a sbollentare interi per circa 10 minuti; sbucciate le cipolle e fate la stessa cosa, lavate e tagliate i peperoni verticalmente cercando di lasciare il picciolo, eliminate i semi e le nervature bianche.

Trascorso il tempo di cottura degli zucchini e delle cipolle, toglieteli dall'acqua bollente cercando di non romperli e lasciateli raffreddare su un tagliere.

In una ciotola di acqua tiepida mettete i funghi secchi sino a che non diventano morbidi, strizzateli e metteteli da parte. Tagliate la mollica di pane a dadini (se non avete il pane raffermo, fate asciugare le fette nel tostapane), immergetela nel latte a temperatura ambiente, e quando sarà diventata morbida strizzatela, mettendo da parte anche quella.

Nel mixer tritate grossolanamente la mortadella insieme allo spicchio d'aglio, ed ai funghi. Mettete un pò d'olio in una padella, e fateci rosolare la carne unita al trito di mortadella. Regolate di sale e pepe, e lasciatela raffreddare. Se vi sembra che la carne cuocendo si sia raggrumata, potete passarla velocemente nel mixer ma, senza farla diventare una crema.



Tagliate gli zucchini nel senso dell'altezza, e con un cucchiaino o uno scavino, eliminate la polpa che metterete da parte; fate la stessa cosa con le cipolle, tenendo da parte gli strati che risultano troppo sottili, o troppo piccoli per essere riempiti.



Tritate le due polpe separatamente, e sempre separatamente, fatele asciugare sul fuoco in due piccole padelle, in modo che quando verranno unite al ripieno, non lo rendano troppo acquoso.

Mettete il trito di carne, mortadella, aglio e funghi secchi in una terrina capiente, unite le uova, la maggiorana tritata, la mollica di pane bagnata nel latte, il parmigiano ed iniziate ad impastare il tutto con le mani (con le mani si...)

A questo punto io divido il ripieno ottenuto in tre ciotole differenti.. nella prima aggiungo una parte della polpa degli zucchini (con cui andrò a riempire gli zucchini), nella seconda la polpa delle cipolle, e nella terza entrambe le polpe (con cui andrò a riempire i peperoni). Potete anche eliminare questo passaggio, ed unire entrambe le polpe allo stesso ripieno.

Impastate nuovamente con le mani, e solo ora regolate di sale e pepe, osservando la consistenza del composto. Se vi sembra troppo mollo, potete aggiungere un pò di pan grattato.

A questo punto mettete le verdure scavate e pronte per esser riempite, possibilmente in tre teglie differenti, poichè ogni verdura ha differenti tempi di cottura. (la foto io l'ho fatta in un'unica teglia per motivi pratici), e riempitele tutte le verdure con il proprio ripieno. Cospargete di pane grattato, irrorate con olio d'oliva, e fate cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti.

























Attenzione.. possono provocare dipendenza!!!









domenica 22 giugno 2014

LA MIA INSALATA RUSSA MIGNON


Sinceramente non sono una patita dell'insalata russa ma, dal momento che pare piaccia, le ho fatte in versione mignon,e monoporzione.

Ingredienti per 6 persone:


- 100 gr di carote
- 100 gr piselli
- 200 gr patate
- 3 uova sode (per la guarnizione)
- cetriolini e capperi sottaceto (per la guarnizione)
- sale
- pepe



Immergete 3 uova in una pentola d'acqua fredda, e lasciatele cuocere per circa 5 minuti dal momento in cui l'acqua raggiunge il bollore. Scolatele, lasciatele raffreddare sotto l'acqua fredda, sbucciatele, tagliatele a fette, e mettetele da parte.

Lavate le patate e le carote, sbucciatele e tagliatele a cubetti piccoli. Immergete le carote in acqua bollente leggermente salata e dopo circa 3 minuti di cottura, unite le patate ed i piselli. Lasciate cuocere per 6-7 minuti ma, non di più, in quanto le verdure devono rimanere croccanti e non impregnarsi d'acqua.

Trascorso questo tempo, scolatele bene, lasciatele raffreddare, e preparate la Maionese.

Una volta che le verdure sono raffreddate, salatele, pepatetele, ed unite la maionese (lasciatene da parte un pò per ricoprire le insalate russe) delicatamente, facendo in modo che le verdure non si rompano. Potete aggiungere a piacere cetriolini e capperi sottaceto, oppure utilizzarli solo come guarnizione.

Foderate delle piccole coppette con carta trasparente  (io ho utilizzato un coppa pasta), e riempitele con l'insalata russa. Lasciate in frigo per circa 15 minuti, e sformate su piatti individuali (contrariamente da come ho fatto io, trovando difficoltà nella guarnizione, causa contenitore troppo piccolo)

Una volta sformate, andatele a ricoprire con la maionese rimasta, ed a guarnire con le fettine di uova sode, cetriolini tagliati a fettine e capperi.







sabato 21 giugno 2014

MAIONESE


Ingredienti per circa 300 gr.


- 2 uova (i tuorli)
- sale q.b.
- 1/2 limone (il succo)
- olio di semi q.b.


Rompete le uova e separate i tuorli (che metterete in una ciotola capiente) dagli albumi, che potrete utilizzare per altre preparazioni.

Sbattete i tuorli con le fruste (o il mixer ad immersione) alla minima velocità, e quando saranno amalgamati, aggiungete il sale e l'olio a filo poco per volta, attendendo che le uova possano assorbirlo, e portate la velocità al massimo.

Continuate sino a che la maionese non assume una certa consistenza, poi aggiungete (sempre mescolando) il succo del limone poco alla volta, e nuovamente l'olio.

Dal momento che mi serviva per altre preparazioni, ho omesso di fotografarla in maniera decente. Però... ha superato la prova cucchiaino.






venerdì 20 giugno 2014

"FRISCEU" AI SAPORI DI LIGURIA E CALABRIA


Con il termine "Frisceu", in Liguria si intendono le frittelle a base di pastella e qualsiasi altro ingrediente, dal baccalà, alle verdure, all'uvetta, alle mele. Le più classiche e semplici qui sono a base di cipollotti e lattuga ma, oggi ho fatto una variazione sul tema.


Ingredienti per circa 4 persone:


- 150 gr di farina 00
- 1,5 dl d'acqua fredda
- 1/2 cucchiaino di lievito in polvere (o 1 albume d'uovo montato a neve)
- sale q.b.
- 1 cipolla di tropea
- maggiorana
- timo
- basilico
- erba cipollina
- salvia
- olio per friggere


In una ciotola, fate una pastella piuttosto densa amalgamando la farina, l'acqua il sale ed il lievito.

(Se invece del lievito optate per l'albume d'uovo, montatelo a neve ben ferma in un'altra ciotola, ed aggiungetelo alla pastella solo dopo aver terminato con gli altri ingredienti.)

Affettate e tagliate le cipolle a pezzettini piuttosto piccoli, spezzettate i sapori, ed inserite nella pastella mescolando.

(se avete optato per l'albume, aggiungetelo solo ora rimescolando dal basso verso l'alto)



Scaldate l'olio in una padella, e quando giunge a temperatura, versatevi il composto a cucchiaiate e fate dorare le frittelle girandole in modo che prendano colore da entrambe le parti. Scolatele e mettetele su carta paglia o assorbente.

Salate e servite calde.





lunedì 16 giugno 2014

BIANCOMANGIARE MANDORLE E PISTACCHI


Esistono mille modi per preparare il biancomangiare, e questo ammetto che non è uno dei più leggeri, dietetici, o veloci.

Ingredienti per 4 persone:


- 60 gr di mandorle pelate
- 60 gr pistacchi pelati
- 80 gr di zucchero
- 1 bustina di vanillina
- 250 ml di latte
- 250 ml di panna
- 2/4 fogli di colla di pesce a seconda della grandezza (circa 10 gr)
- alcune foglioline di mente per decorare.


Mettete la gelatina ad ammollare in acqua fredda. Nel mixer tritate 50 gr di pitacchi insieme a 50 gr di mandorle, insieme ad un cucchiaio di acqua ed uno di zucchero.

In un pentolino portate ad ebollizione il latte e lo zucchero rimasto, spegnete il fuoco ed aggiungete il trito di mandorle e pistacchi e la vanillina. Coprite la pentola, e lasciate in infusione per circa un'ora.

Trascorso questo tempo, passate il composto attraverso un colino a maglie fitte, raccogliete poi il trito in un telo sottile (o una garza) bagnato di acqua calda, e strizzatelo in modo da farne uscire più liquido possibile che raccoglierete assieme al resto del latte filtrato.

Riscaldate ora il latte alle mandorle e pistacchi che avete ottenuto, unitevi la gelatina strizzata, e fatela sciogliere completamente rimescolando con un cucchiaio di legno. Spegnete il fuoco, e lasciate raffreddare.

Nel frattempo montate la panna, e quando il latte e la gelatina saranno raffreddati ed inizieranno ad addensarsi, incorporatela delicatamente con movimenti dal basso verso l'alto.

Suddividete il composto cosi ottenuto in 4 stampini monoporzione inumiditi, e mettete in frigo per almeno 4 ore.

Sformate i biancomangiare su 4 piattini, e decorateli con le mandorle, i pistacchi lasciati da parte (potete tritarli o meno) e la menta.







domenica 15 giugno 2014

INVOLTINI DI ARROSTO DI TACCHINO RIPIENI, IN GELATINA.


Parenti stretti degli involtini di prosciutto, risultano semplicemente più piccoli e compatti.

Ingredienti per 4 persone:


- 8 fette di arrosto di tacchino
- 2 dadi per gelatina istantanea.


Su un tagliere od un piano di lavoro, aprite bene le fette di arrosto di tacchino e riempitele al centro con un cucchiaio d' insalata russa; arrotolatele e ponetele in una, o più pirofile che possano essere messe in frigo.




Preparate la gelatina utilizzando due dadi e 500 ml di acqua (seguite le istruzioni sulla confezione); lasciatela raffreddare, versatela nella pirofila sino a coprire tutti gli involtini, e ponete in frigo sino a che la gelatina non si sarò solidificata.

Servite freddi o nelle singole pirofile (se le avete fatte di due involtini) o in piatti porzionando gli involtini ed aggiungendo la gelatina in più tagliata a cubetti.



sabato 14 giugno 2014

ACCIUGHE IMPANATE E FRITTE... NEL PANKO


Da buona Ligure e Genovese .. impazzisco per le acciughe, pesce azzurro fortunatamente ancora abbondante lungo le nostre coste, nutriente, salutare e saporito.
Le acciughe fritte...  infarinate intere, se piccoline... aperte a libro, passate nella farina, nell'uovo e nel pan grattato se più grandi. Ottime in entrambe le versioni.

Rispetto alla seconda versione, Ve le propongo fritte nel Panko, pane bianco che si presenta a fiocchi, dalla caratteristica di far rimanere la frittura più croccante, e di assorbire meno l'olio rispetto al classico pan grattato. Costa un pochino di più ma, per una volta è da provare.



Ingredienti per 5 persone:


- 1 kg di acciughe fresche piuttosto grosse
- 4 uova
- farina q.b.
- panko  (mezza confezione dovrebbe bastare)
- sale
- olio per friggere q.b.
- limone secondo i gusti


Ponete le acciughe in uno scola pasta,e sciacquatele sotto l'acqua fresca corrente, scolatele e mettetele in un piatto. Ad una ad una, posizionate le dita all'altezza delle branchie, e staccate la testa tirando verso di voi (in questo modo riuscirete ad estrarre anche le interiora). Apritele sotto la pancia, e delicatamente estraete la lisca, cercando di far rimanere i due filetti attaccati. Una volta terminato questo procedimento con tutte, tamponatele con carta assorbente in modo da eliminare l'eventuale acqua in eccesso.



Preparate 3 piatti (1 fondo e 2 piani); nel primo sbattete le uova aggiungendo un pizzico di sale, e negli altri due versate rispettivamente la farina ed il panko.

Infarinate le acciughe, passatele nell'uovo sbattuto, e poi nel panko facendo si che tutta la superficie ne sia ricoperta.



In una padella versate l'olio per fritture, portandolo a temperatura. Immergete le acciughe poche alla volta  nell'olio caldo girandole su entrambi i lati in modo che la doratura risulti uniforme.

Scolatele, e sistematele su carta assorbente in modo da eliminare l'olio in eccesso. Salatele e servitele calde accompagnate da fette di limone.









giovedì 12 giugno 2014

POLLO OLIVE E PINOLI NEL SACCO, AL MICROONDE


Girovagando per supermercati, mi sono imbattuta in questi sacchetti della Cuki per "cottura dietetica" utilizzabili in forno tradizionale o al microonde. Perchè non provarli mi son detta... partendo da una ricetta semplice semplice ma, velocissima.




Ingredienti per 2 persone:


- 2 cosce di pollo
- due manciate di olive (non cotte al forno)
- due manciate di pinoli
- 2 spicchi d'aglio
- sale q.b.
- pepe q.b.


Prendete uno dei sacchetti posatelo su di un piano e girate il bordo verso l'esterno per inserire meglio gli ingredienti. Sbucciate l'aglio.

Mettete all'interno le cosce di pollo, le olive (io ho fatto un mix), ed i pinoli; regolate di sale (non troppo perchè le olive cuocendo insaporiscono) e di pepe. Chiudete il sacchetto con l'apposito laccio fornito nella confezione, lasciandolo a circa 5 cm dal contenuto, e scuotetelo per far amalgamare gli ingredienti.



A questo punto avete due alternative : o metterlo in forno preriscaldato a 180° per circa 30/40 min., oppure (come ho fatto io) impostare il microonde sulla cottura carne e farlo cuocere per circa 10 min.




Consiglio di lasciare la pelle del pollo durante la cottura, ed eventualmente eliminarla dopo a piacere.

E stasera si provano peperoni, capperi ed olive.


lunedì 9 giugno 2014

PEPERONI RIPIENI DI ORZO



Ingredienti per 4 persone:


- 4 peperoni piccoli o 2 grandi
- 500 gr di pomodori San Marzano
- 2 spicchi d'aglio
- 240 gr di orzo perlato
- 2 uova
- 5 cucchiai di ricotta salata grattugiata/pecorino/parmigiano
- 1 cucchiaio di foglie di timo più qualche rametto per guarnire
- 1 cucchiaio di foglie di menta
- olio di oliva
- sale q.b.
- peperoncino (facoltativo)


Incidete a croce i pomodori nel senso della lunghezza, e metteteli a sbollentare per qualche minuto. Scolateli, lasciateli raffreddare, apriteli a metà, eliminate i semi e tagliateli a pezzetti. Lavate i peperoni, tagliateli a metà nel senso della lunghezza lasciando il picciolo, eliminate i semi e le nervature bianche.



Sbucciate e schiacciate gli spicchi d'aglio, e metteteli a soffriggere in una padella con due cucchiai d'olio d'oliva. Aggiungete poi la polpa di pomodoro, salate, e lasciate cuocere per qualche minuto. Portate a bollore una pentola d'acqua, salatela, unitevi l'orzo e fatelo cuocere per circa 30/40 minuti,  lasciandolo piuttosto al dente. Scolatelo e passatelo sotto l'acqua fredda.

Unite l'orzo ai pomodori, riaccendete il fuoco e lasciate insaporire per qualche minuto, in modo che gli ingredienti si amalgamino. Poi spegnete la fiamma e lasciate intiepidire. In una ciotola piuttosto capiente, mescolate l'orzo con il pomodoro, le uova, la ricotta, le foglie di timo e menta tritate, poco peperoncino tagliato a fettine sottili (facoltativo), e regolate di sale.



Riempite i peperoni con il composto, disponeteli in una teglia o pirofila adatta, conditeli con l'olio, aggiungete qualche rametto di timo, e cuoceteli in forno preriscaldato a 180° per circa 20 minuti.



A cottura ultimata lasciateli intiepidire, guarniteli con rametti di timo e foglioline di menta, prima di servirli.






domenica 8 giugno 2014

SFORMATI DI ASPARAGI, RICOTTA E ZAFFERANO


Questa ricetta mi è venuta in mente quando, avendo fatto gli aspic delicati, era avanzata buona parte degli asparagi. quindi.. perchè non utilizzarli?

Ingedienti per 5 sformatini:


- 200 gr di asparagi già cotti
- 100 gr di parmigiano
- 3 uova
- 1 bustina di zafferano
- 200 gr di ricotta
- noce moscata
- sale q.b.
- pepe q.b.


Scaldate il forno a 180°

Nel mixer frullate gli asparagi con la ricotta. Trasferite il tutto in una terrina, ed aggiungete le uova, il parmigiano,lo zafferano, e la noce moscata. Mescolate   con una frusta sino ad ottenere una crema omogenea. Salate e pepate a piacere.

Imburrate i contenitori, trasferitevi il composto per 3/4 della capienza, ed infornate per circa 30 min. Una volta cotti, sformateli su piatti individuali.

Potete proporli come antipasto, o come secondo piatto, accompagnato da uova in camicia, o semplicemente cotte in una pentola d'acqua bollente, creando un vortice con il cucchiaio.

Io gli ho dato un pò di colore con petali di rosa.. del mio giardino.







MOUSSE DI CIOCCOLATO AL PEPERONCINO


Certo un dessert non estivo ma, comunque fresco e con effetti digestivi. Questa preparazione, avente fama di essere afrodisiaca, ha discendenza atzeca.  Gli Atzechi infatti, avevano l'abitudine di bere una miscela a base di semi di cacao e peperoncino, offerta loro dal dio Quetzalcoati, per alleviare le fatiche e conciliare il riposo.

Ingredienti per 6 persone:


- 300 gr di cioccolato fondente
- 70 gr di zucchero
- 150 ml di panna fresca
- 3 uova
- 1 dl di latte

 Per la guarnizione:

- mandorle a lamelle
- peperoncino in polvere
- scaglie di cioccolato
- qualche fogliolina di menta



In una casseruola mettete il latte, e 250 gr di cioccolato fondente spezzettato. Ponete la casseruola in un'altra più grande, riempita d'acqua per 2/3, e fate sciogliere a bagno maria. Lasciate intiepidire. Montate la panna e deponetela in frigo.

Rompete le uova separando i tuorli dagli albumi; in una terrina capiente sbattete i tuorli con lo zucchero, sino ad ottenere una consistenza spumosa, ed unitevi il cioccolato fuso e tiepido. Montate a neve l'albume dell'uovo e mettetelo in frigo.

Incorporate la panna ed il bianco d'uovo alla crema ottenuta dal cioccolato, i tuorli e lo zucchero, amalgamando con una frusta o d un cucchiaio con movimenti dal basso verso l'alto. Versate il composto in 6 ciotole o bicchierini (io ho utilizzato tazzine e bicchierini) e fateli rassodare per almeno 2 h in frigorifero.

Al momento di servire, guarnite ogni contenitore con scaglie di cioccolato fondente, mandorle pelate, un pizzico di peperoncino, e foglioline di menta fresca.

Se non amate l'abbinamento con il peperoncino, la mousse risulterà ottima anche senza, seppur meno caratteristica.






martedì 3 giugno 2014

ASPIC DELICATI


Sole, caldo...e voglia di piatti freschi...

Ingredienti per 6 aspic monoporzione.


- 3/4 uova
- 150 gr di  filetto di tacchino
- 150 gr di prosciutto cotto in una sola fetta
- 1 mazzetto di asparagi
- 100 gr di pisellini in scatola
- 2 dadi per gelatina istantanea
- erba cipollina
- scaglie di feta o di parmigiano
- succo di mezzo limone


Mettete le uova in una pentola di acqua fredda, e calcolate 5 min di cottura dall'ebollizione, poi fatele raffreddare sotto l'acqua, sbucciatele, e tagliatele a fette.

Affettate il tacchino  prima a striscioline poi a tocchetti, e fatelo cuocere in una padella con 1 cucchiaio d'olio ed un pò di erba cipollina. (In alternativa potete prima lessarlo e poi tagliarlo a pezzetti). A cottura ultimata, toglietelo dal fuoco e fatelo raffreddare.

Lavate gli asparagi, eliminate la parte legnosa del gambo, e metteteli in una pentola d'acqua portata a bollore; scolateli, e lasciate raffreddare anch'essi. Tagliate la fetta di prosciutto cotto a dadini.

In una pentola  capiente mettete sul fuoco 500 dl di acqua, e quando inizia a bollire abbassate la fiamma, aggiungendo i due dadi per gelatina istantanea. Lasciate che si sciolgano, spegnete, unite altri 500 ml di acqua fredda, ed il succo di limone. Fate raffreddare.

Una volta raffreddato, versate un pò del brodo ottenuto sul fondo di ogni contenitore monoporzione (in alternativa potete utilizzare una forma da budino o creme caramel), mettete in frigo ed attendete che si solidifichi.

Ottenuto il primo strato di gelatina, ponetevi al centro una fetta di uovo sodo che andrete a contornare con i pisellini (cercate d'incastrarli nella gelatina, altrimenti quando andrete ad aggiungere l'altro brodo, tenderanno a scivolare)

Eseguita questa operazione in tutti i contenitori, andate a coprire  con un altro pò di brodo e rimettete in frigo sino a che non si solidifica.

Ora ponete sulla gelatina i pezzettini di pollo, una spolverata di erba cipollina, e le scaglie di feta o parmigiano. Coprite nuovamente con il brodo, e rimettete in frigo.

Ed eccoci all'ultimo strato d'ingredienti... tagliate le punte degli asparagi, ed andatele a sistemare in cerchio lungo il bordo dei contenitori, poi riempite il vuoto con i dadini di prosciutto cotto, e sopra posizionateci un'altra fetta di uovo sodo. Ricoprite nuovamente con il brodo, e deponete in frigo (min 1h)





Al momento di servire, immergete i contenitori in acqua bollente per pochi secondi (non di più altrimenti la gelatina tende a sciogliersi) e sformateli su piatti individuali. Accompagnate con insalata.






Con gli asparagi rimasti, ricotta, e qualche uovo, potrete preparare degli SFORMATINI DI ASPARAGI




domenica 1 giugno 2014

MELANZANE RIPIENE DI POLLO, VERDURE E FETA.


Iniziamo con il dire che le melanzane ideali per questa ricetta sarebbero quelle lunghe ma, oggi il mio frigo offriva solo quelle tonde.

Ingredienti per 4 persone:


- 4 melanzane lunghe di media grossezza
- 400 gr. di pollo (coscia disossata o petto)
- 4 cipollotti o due cipolle di tropea
- 4 zucchini piccoli
- 2 peperoni gialli piccoli
- 2 spicchi d'aglio
- 500 gr di pomodorini ciliegia
   più qualche rondella per guarnire
- olio extravergine di oliva
- sale q.b.
- pepe q.b.



Lavate e pulite le melanzane, incidetele con un taglio nel senso della lunghezza, e svuotatele con un cucchiaio, tritando poi la polpa estratta.

Pulite e sbucciate i cipollotti (o la cipolla di tropea) e l'aglio, tagliando i primi a rondelle ed il secondo a fettine. Lavate gli zucchini e tagliateli a julienne; tagliate i peperoni, estraete i semi, eliminate le nervature bianche e tagliateli anch'essi a fettine sottili nel senso della lunghezza.

Lavate e tagliate i pomodorini a metà, cercando di eliminare più semi possibili; tagliate la coscia di pollo disossata (o il petto) a tocchetti.

In una padella antiaderente fate scaldare 3 cucchiai d'olio, unite l'aglio e la cipolla, e quando saranno appassiti aggiungete la carne e fatela rosolare. Unite poi al soffritto la polpa della melanzana con gli zucchini, e lasciate cuocere per circa cinque minuti.

Trascorso questo tempo, versate nella padella i pomodori ed i peperoni, regolate di sale e pepe e lasciate cuocere per altri cinque minuti. Fate riscaldare il forno a 180°, e nel frattempo riempite le melanzane con il ripieno di carne e verdure. Disponetele in una teglia unta d'olio, infornate, e fate cuocere per circa 40 minuti.

Sfornate le melanzane, disponetele ognuna su di un piatto, e guarnitele con feta sbriciolata e qualche rondella di pomodoro crudo.